Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Domani il via de"Arte,cultura e sviluppo del Mezzogiorno"

Economia: ecco il piano per un "New Deal" del Sud


Economia: ecco il piano per un 'New Deal' del Sud
11/11/2010, 17:11

Si inaugura domani alle 15,30, presso il Complesso Monumentale di San Leucio di Caserta, la seconda edizione di "Arte, Cultura e Sviluppo del Mezzogiorno", la manifestazione organizzata dall’associazione '2033 Progetto Sud' in collaborazione con la Confapi Caserta.

L’iniziativa, in programma fino al 14 novembre, oltre ad ospitare una vetrina delle Eccellenze del Mezzogiorno, promuove un ciclo di incontri con industriali, economisti, meridionalisti e istituzioni locali al fine di individuare strumenti di sostegno all’occupazione e all’economia del Sud.

"Sviluppo del Mezzogiorno e riqualificazione territoriale", è il tema della tavola rotonda nella quale ospiti autorevoli discuteranno le criticità del Sud e valuteranno le soluzioni migliori da adottare per offrire un appoggio concreto alla rinascita sociale ed economica del meridione.

"Nel Sud servono riforme strutturali e interventi mirati per imprimere un nuovo e significativo impulso alla crescita – dichiara Alfredo Sasso, presidente dall’associazione '2033 Progetto Sud'- soltanto un percorso di pianificazione e razionalizzazione delle risorse disponibili, unitamente alla costituzione di una nuova classe dirigente meridionale, infatti, può portare ad un risanamento del comparto produttivo e al rilancio dell’economia; la partecipazione delle istituzioni, dei sindacati e degli imprenditori a questa manifestazione – prosegue Sasso – è un segnale importante che testimonia la volontà di tenere alta l’attenzione sulla questione meridionale. Ci auguriamo – conclude poi – che il dialogo tra le parti si dimostri così efficace anche in futuro nel definire il percorso della ripresa”.

Al dibattito, incentrato sul rilancio della compagine produttiva del Sud, interverranno, tra gli altri: Nicodemo Petterruti, Sindaco di Caserta e Michele Di Filippo, Presidente Confapi Caserta.

L’evento ospiterà inoltre una mostra fotografica curata da Anna Serrato e Angelo Moscarino; anche la scultura e la pittura sono protagoniste con le esposizioni delle opere degli artisti Michelangelo Cice, Nicola Erboso, Giovanni Ferrenti, Gabriella Pucciarelli e Mario Rossetti.

Con la Biennale del libro d’artista, Gennaro Ippolito e Giovanna Donnarumma presentano una serie di opere realizzate con tecniche miste che si susseguono sotto forma di libro e che il visitatore può sfogliare, partecipando così ad un'esperienza sensoriale oltre che visiva.

La mostra ospita ben 150 opere di artisti provenienti da tutto il mondo, nomi noti nel panorama artistico come Xante Battaglia, titolare della prima Cattedra di Pittura all'Accademia delle Belle Arti di Brera, Jinleng Yeoh, direttore della Pinacoteca Nazionale della Malesia, Ruggero Maggi, direttore del Milan Art Center, Emilio Pellegrino caposcuola del Cosmolismo Artistico Pittorico e moltissimi altri artisti emergenti.

"Questo evento è la dimostrazione che non siamo solo Gomorra o spreconi come spesso ci fanno apparire – aggiunge Michele Di Filippo, Presidente Confapi Caserta - ma anche un meridione in grado di produrre bellezze nel campo dell’arte e della cultura; questo appuntamento è stato un working in progress costruito con tanto entusiasmo e volontariato da parte di tutti, un momento di confronto sui problemi storici mai risolti e su una questione morale che non è solo del meridione ma riguarda tutta l’Italia, insomma una tappa fondamentale per iniziare a sentirci più partecipi del cambiamento".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©