Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Il sistema economico italiano si è dimostrato più resistente

Economia, Trichet si complimenta con Draghi


Economia, Trichet si complimenta con Draghi
17/10/2010, 12:10

“Per la prima volta abbiamo messo alla prova il rafforzamento delle interdipendenze delle economie e dei mercati”. “Ciò che è successo” e i termini in cui è successo, “sono la prova che esiste un’economia globale, com un’altissima capacità di contagio... Diciamo che è il Il primo stress-test sopportato dall’economia e dalle finanza globali”. Con queste parole il presidente della Bce, Jean-Claude Trichet, definisce la crisi economica mondiale, da cui tutte le nazioni stanno cercando, in questo periodo, di uscirne fuori, intervenendo alle giornate di Studio del Centro Pio Manzù, a Rimini.
Sempre a proposito della crisi, Trichet ha anche spiegato che le due crisi del 2007 e del 2008 hanno evidenziato “un ruolo fondamentale delle banche centrali”, ma anche una “estrema fragilità dell’economia globale”, che ha avuto una “evoluzione spontanea. E’ importante – ha specificato con enfasi Trichet – non trovarci più nella stessa situazione le nostre democrazie non reggerebbero un secondo stress. Per questo siamo obbligati a creare un sistema centrale molto più resistente”.

il presidente della Bce, Jean-Claude Trichet ha espresso fiducia e stima nei confronti dell'Italia, congratulandosi con Draghi, infatti ha dichiarato nella sua conferenza: «Il sistema italiano si è dimostrato più resistente e di questo ovviamente mi congratulo, in particolare con la Banca d'Italia che è stata» particolarmente rigida nella sorveglianza delle banche.
Parere negativo invece per altri stati mondiali, infatti secondo il presidente della Banca Centrale Europa , in 'un'intervista alla Stampa: «Ciò che è accaduto è che un certo numero di paesi non ha rispettato il patto di stabilità e crescita. Quei paesi ora si sono impegnati in politiche di risanamento dei loro bilanci che erano necessarie da tempo. Dovranno attuare con energia queste misure che sono decise per preservare la stabilità finanziaria in Europa».

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©