Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Le previsioni ora danno una crescita dello 0,6% annuo

Effetto tsunami: il Giappone taglia il Pil dell'1%


Effetto tsunami: il Giappone taglia il Pil dell'1%
28/04/2011, 10:04

TOKYO (GIAPPONE) - Cominciano ad essere valutati i danni sull'economia nipponica causati dallo tsunami. E sono danni pesanti: la Bank of Japan (Boj) valuta una crescita nell'anno economico 2011 (che va da aprile 2011 a marzo 2012) non superiore allo 0,6%, contro una previsione dell'1,6% fatta a gennaio. Tuttavia, sempre secondo la Boj, già nell'autunno 2011 l'economia subirà una accelerazione grazie alla ricostruzione che sarà indispensabile fare. Infatti, per il 2012 (cioè l'anno economico da aprile 2012 a marzo 2013) si prevede una crescita del 2,9%, contro il 2% previsto precedentemente.
Anche l'inflazione subirtà una crescita, arrivando allo 0,7% per il 2011 e il 2012, rispetto allo 0,3% per il 2011 e allo 0,6% del 2012 ionizialmente prevista.
Restano invece fermi i tassi di interesse, nell'intervallo tra lo zero e lo 0,1%; in questo momento di crisi la Banca centrale preferisce mantenere la liquidità interna più alta possibile, per stimolare l'economia, anche al prezzo di una maggiore inflazione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©