Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Enel: sicurezza, infortuni ridotti del 61%


Enel: sicurezza, infortuni ridotti del 61%
30/11/2009, 16:11


ROMA - Sette giorni, dal 30 novembre al 6 dicembre, dedicati al tema della sicurezza sul lavoro. Enel ha inaugurato oggi la Settimana Internazionale sulla Sicurezza, nella quale saranno coinvolti gli 85 mila dipendenti del Gruppo nei 24 paesi in cui opera. Da quest’anno partecipera’ alle attivita’ previste anche Endesa.
“La sicurezza è la nostra priorità più importante - ha detto Fulvio Conti – non è ammissibile che delle persone perdano la vita, o si facciano male lavorando per Enel o per chiunque altro. Negli ultimi anni, grazie all’impegno profuso da tutti nel nostro Gruppo e a importanti investimenti, gli indici della sicurezza di Enel sono migliorati e gli infortuni di sono ridotti del 61%. Ma non potremo ritenerci soddisfatti finché non avremo raggiunto il traguardo zero incidenti".
Nel periodo dal 2004 al 2008 sono stati raggiunti questi risultati:
• gli infortuni sul lavoro sono diminuiti del 61% da 983 a 383;
• l’indice di frequenza (numero di infortuni rapportati ai milioni di ore lavorate) si è ridotto del 59%, passando da 9,4 a 3,91;
• c’e’ stata una significativa riduzione anche dell’indice di gravità (i giorni di inattività a causa di infortuni rapportati alle migliaia di ore lavorate) che è sceso del 47% negli ultimi 5 anni.

Enel si e’ impegnata con importanti investimenti e nuove iniziative di formazione. Sempre nel quadriennio 2004-2008:
• è raddoppiato l’impegno economico in attività collegate alla sicurezza (750 euro per dipendente nel 2008);
• sono triplicate le ore di formazione procapite, arrivate a 15,5 nel 2008.

Durante la settimana verranno organizzate centinaia iniziative che coinvolgeranno tutti gli 85 mila dipendenti e sensibilizzeranno anche le imprese appaltatrici nei 24 paesi dove Enel è presente, per arrivare ad avere una maggiore consapevolezza sul tema della sicurezza, migliorare i processi e contribuire a raggiungere l’ambizioso obiettivo “zero infortuni”. Dal 30 novembre al 6 dicembre 2009 i manager di Enel saranno impegnati in prima persona in oltre 100 safety walk, una serie di visite agli impianti e ai cantieri per promuovere la prevenzione degli infortuni, verificare l’applicazione delle norme, l’adozione di comportamenti sicuri, lo stato e la manutenzione di strutture e macchinari. Sono state programmate inoltre più di 70 simulazioni, dalle prove di sgombero degli edifici alle esercitazioni antincendio, nonché oltre 350 incontri di informazione, formazione e workshop con il coinvolgimento anche delle ditte appaltatrici.
Inoltre iniziative sul territorio con il coinvolgimento di scuole e famiglie.

Il calendario italiano della settimana è ricco di attività, con eventi che vanno dal Piemonte alla Sicilia. In Liguria, alla centrale Eugenio Montale di La Spezia il 1 dicembre è prevista una giornata di analisi dedicata al Protocollo d’Intesa per la sicurezza nel porto di La Spezia, che vedrà anche la presenza delle autorità locali, dell’INAIL e delle associazioni di categoria; a Torino il 2 dicembre e a Piacenza, presso la centrale La Casella, il 3 dicembre si svolgeranno meeting di approfondimento sugli strumenti di gestione e di controllo delle modalità operative delle imprese terze; a Bologna il 4 dicembre sarà organizzato un workshop dedicato al tema della Guida sicura in collaborazione con INAIL, Polizia Stradale e Croce Rossa Italiana. In Sicilia il 3 dicembre spettacolare prova di evacuazione dalla navicella di un impianto eolico con simulazione di incendio.
Inoltre a Roma il 3 dicembre presso l’Auditorium Enel, Incontro sul Protocollo d’Intesa in materia di normativa per la prevenzione del rischio elettrico, cui parteciperanno tutte le società firmatarie tra cui E.on Italia, Edipower, Sogin, Terna, Tirreno Power, RFI, Edison e Acea.

La prima edizione della Settimana Internazionale della Sicurezza si e’ aggiudicata il Premio Sodalitas 2008 per la migliore campagna di Valorizzazione del Capitale Umano.

Per raggiungere l’obiettivo “zero infortuni”, Enel ha lanciato un Piano di miglioramento della gestione della sicurezza, articolato in 9 ambiti di intervento: promozione della cultura della sicurezza, miglioramento dei processi e dei rapporti tra appaltatori e fornitori, comunicazione efficace, reazione tempestiva agli eventi, migliore formazione, pianificazione e chiarezza degli obiettivi, prevenzione strutturale dei luoghi di lavoro, organizzazione della sicurezza e condivisione delle esperienze.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©