Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Buone notizie per i risparmiatori

Eni: collocata “con successo” l’offerta Bond


Eni: collocata  “con successo” l’offerta Bond
08/10/2011, 09:10

ROMA – Buone notizie per i risparmiatori dell’ Eni.  L’ex Ente Nazionale Idrocarburi, azienda creata dallo Stato Italiano come ente pubblico nel 1953 sotto la presidenza di Enrico Mattei, convertita in società per azioni nel 1992, ha chiuso “con successo”, lo scorso 4 ottobre,  il periodo di offerta relativo alle obbligazioni a tasso fisso "Eni TF 2011/2017" e alle obbligazioni a tasso variabile "Eni TV 2011/2017".
Per quanto riguarda i bond a tasso fisso, spiega una nota, il rendimento annuo lordo effettivo a scadenza è pari al 4,932%, calcolato sommando il tasso mid swap a 6 anni, rilevato il 6 ottobre 2011, a un margine di 280 punti base. La data di emissione e di godimento delle obbligazioni del prestito a tasso fisso è l'11 ottobre 2011 e la data di scadenza è l'11 ottobre 2017 (6 anni).
Quanto alle obbligazioni con tasso variabile, Eni spiega che, con riferimento alla cedola che sarà pagata per il primo periodo di interessi, il valore dell'Euribor a 6 mesi rilevato il 7 ottobre 2011 è pari a 1,765% e, pertanto, il tasso di interesse relativo alla prima cedola sarà pari a 4,565% su base annuale. La data di emissione e di godimento delle obbligazioni del prestito a tasso variabile è l'11 ottobre 2011 e la data di scadenza é l'11 ottobre 2017 (6 anni).
La notizia è stata data Società, attraverso un comunicato  stampa,   in cui si precisa che il gruppo ha aumentato il valore nominale dell'offerta fino all'importo complessivo massimo di 1.350 milioni di euro per soddisfare l'eccesso di domanda rispetto all'obiettivo iniziale di 1 miliardo di euro.
L'ENI è attiva nei settori del petrolio, del gas naturale, della petrolchimica, della generazione e produzione di energia elettrica e dell'ingegneria e costruzioni. Con la vendita, nel febbraio 2006, di Snamprogetti a Saipem, Eni costituisce un nuovo leader mondiale nei servizi petroliferi per le attività offshore e onshore. Saipem è a sua volta quotata in borsa. Eni è presente in circa 70 paesi e impiega più di 76.000 dipendenti. Il simbolo dell'Eni è il Cane a sei zampe. Il 5 aprile 2008 la rivista Forbes pubblica una classifica sui maggiori 2000 gruppi a livello mondiale. L'azienda si classifica al 38º posto, primo tra le aziende italiane. L'Eni è il quinto gruppo petrolifero mondiale per giro d'affari, dietro a Exxon Mobil, BP, Shell e Total.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©