Economia e finanza / Mercati

Commenta Stampa

I migliori sono la Lettonia (10%) e la Bulgaria (18%)

Eurostat: il debito pubblico italiano supera il 130% del Pil


Eurostat: il debito pubblico italiano supera il 130% del Pil
22/07/2013, 11:51

ROMA - Abbiamo battuto un nuovo record negativo: al termine del primo trimestre del 2013, il debito pubblico italiano ha raggiunto il 130,3% del Pil, contro il 127% del dicembre 2012 e il 123,8% del marzo 2012. in termini assoluti, parliamo di 2034 miliardi di euro. 
Nel resto dell'Europa, peggio di noi c'è solo la Grecia, che va oltre il 160%. Dietro di noi ci sono il Portogallo (127,2%) e l'Irlanda (125,1%. I più virtuosi sono l'Estonia (10%), la Bulgaria (18%), e il Lussemburgo (22,4%).
Il dato è preoccupante perchè si tratta di un aumento di oltre il 3% in 3 mesi. Mentre nel 2014 si dovrà cominciare ad avvicinarsi alla riduzione del debito pubblico, come previsto dal Fiscal Compact. Una riduzione che è sempre più difficile: sarebbe necessario crescere del 2% all'anno con un debito pubblico che non cresce; oppure con un Pil stabile, un taglio del debito pubblico di oltre 50 miliardi l'anno. E con un Pil che continua a scendere (per quest'anno parliamo di un -1,9%) di quanto dovrà essere il taglio? 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©