Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Sembra che il governo volesse più soldi

Fca ritira l'offerta di fusione fatta a Renault. I francesi indecisi


Fca ritira l'offerta di fusione fatta a Renault. I francesi indecisi
06/06/2019, 17:40

DETROIT (USA) - Alla fine, non ci sarà nessuna fusione tra la FCA (nata dalla fusione tra la Fiat e la Chrysler) e la Renault. Questa mattina, infatti, il consiglio di amministrazione della FCA ha ritirato la sua proposta di fusione alla pari (cioè si sarebbe creata una nuova società, di cui il 50% delle azioni sarebbe andato alla FCA e il 50% alla Renault). Il motivo sta nel fatto che, stando ai comunicati ufficiali, il governo francese (primo proprietario della Renault con il 15% delle azioni) avrebbe chiesto un rinvio di tre mesi per valutare meglio la proposta. Ma si sono diffuse subito voci diverse: secondo alcuni, in realtà il governo francese avrebbe voluto che la FCA versasse 7 miliardi alla Renault per pareggiare una presunta differenza di valore tra le due società; secondo altre voci sarebbero stati i rappresentanti di Nissan e Mitsubishi, alleati della Renault e con un membro ciascuno nel Cda, a dire di no per paura di vedere troppo diluito il proprio pacchetto azionario. 

Quale che sia il vero motivo, l'operazione sembra essere andata a monte definitivamente. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©