Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Capezzone: "Auguri ai due campioni di informazione libera"

Feltri e Belpietro diventano azionisti di Libero


Feltri e Belpietro diventano azionisti di Libero
17/12/2010, 21:12

Vittorio Feltri, fondatore di Libero e direttore editoriale de "Il Giornale" e Maurizio Belpietro direttore responsabile di "Libero" e conduttore tv a Mediaset, sono diventati azionisti di "Libero". Un accordo raggiunto nei giorni scorsi, ma con una percentuale del pacchetto azionario che non è stata resa ancora nota. Il quotidiano vicino al centrodestra è edito dalla famiglia Angelucci, che oltre ad avere interessi nel settore della sanità, editano anche "Il Riformista", quotidiano vicino al centrosinistra.
"Invio a Vittorio Feltri, a Maurizio Belpietro, a "Libero", i miei auguri e un affettuoso in bocca al lupo per la nuova avventura. Auguri e complimenti a questi due campioni di informazione libera, dunque", ha detto il portavoce del Pdl, Daniele Capezzone. Non è la prima volta che giornalisti sono diventati editori. In Italia è accaduto, tra gli altri, con Eugenio Scalfari. Scalfari dopo aver iniziato la sua collaborazione prima a il Mondo e poi all'Europeo di Mario Pannunzio e Arrigo Benedetti è diventato con quest'ultimo nel '56 azionista del Gruppo Espresso, di cui è direttore anche Benedetti. Nel '76 dopo aver lasciato la direzione dell'Espresso ha fondato la Repubblica, partecipata al 50% dal Gruppo Espresso e al 50% da Arnoldo Mondadori. Negli anni '80 ha venduto le sue azioni del Gruppo Espresso ma ha continuato a dirigere la Repubblica fino al '96, per restare infine editorialista.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©