Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Marchionnepresenta i due nuovi simboli

Fiat, accordo in settimana


Fiat, accordo in settimana
29/11/2010, 22:11

Sergio Marchionne fa il punto con analisti e investitori e svela i marchi delle due nuove societa': sul piano per Mirafiori è convinto che un accordo possa essere raggiunto già ''in settimana''. E da Torino, dove muove i primi passi la trattativa che entrerà nel vivo giovedi' pomeriggio, sono in perfetta sintonia con lui Fim, Uilm, Fismic e Ugl, mentre la Fiom sostiene che “ non e' ancora chiaro se l’azienda ha intenzione di negoziare davvero''. La Fiat firma, intanto, un accordo per fornire alla Opel almeno 250.000 veicoli derivati dal modello Doblo', che saranno prodotti alla Tofas, in Turchia, a partire dal 2011. La scissione, contro la quale - ha comunicato l'azienda a mercati chiusi - nessun creditore si e' opposto, sarà operativa dal primo gennaio e dal 3 gennaio le azioni di Fiat Industrial saranno negoziabili sul listino di Borsa Italiana. Le due società avranno un marchio distinto: per Fiat e' un ritorno all'insegna anni '50, con una A smussata sulla sinistra, lettere allungate e di colore blu. Fiat Industrial mantiene invece l'iconografia che era stata creata per Fiat Group: lo sfondo e' il tradizionale blu dell'azienda e il nome e' scritto in colore giallo-arancio.
Fiat avra', al primo gennaio 2011, un indebitamento netto tra 1,6 e 2 miliardi, mentre la liquidita' sara' pari a 10 miliardi. Per i ricavi la previsione e' di una crescita dai 32 miliardi stimati per quest'anno a 64 miliardi nel 2014, mentre il trading profit dovrebbe salire da 0,6 a 3,5 miliardi. Il fatturato di Fiat Industrial crescera' dai 19 miliardi di euro previsti per il 2010 a 29 miliardi nel 2014, mentre il trading profit passera' da 0,6 a 3,3 miliardi. L'indebitamento netto industriale al primo gennaio 2011 sara' tra 2 e 2,4 miliardi con previsione di azzeramento a fine 2013, la liquidita' pari a circa 3 miliardi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©