Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

FIAT e Chrysler verso l'accordo, ok dei sindacati


FIAT e Chrysler verso l'accordo, ok dei sindacati
27/04/2009, 09:04

La Auto United Workers, il più potente sindacato americano del settore automobilistico, ha accettato una riduzione dei soldi che spettano agli operai, per facilitare la fusione tra Chrysler e FIAT, benedetta anche adal Presidente USA Barack Obama. In particolare, la Chrysler verserà solo 5 miliardi di dollari - e non più 10 - in uno speciale fondo per i lavoratori pensionati e una riduzione generale dei costi di lavoro; in cambio il sindacato riceverà azioni della società americana. Ma oltre a questo, c'è bisogno che le banche accettino una riduzione del debito della società automobilistica a 6,9 miliardi di dollari.
Questo accordo - che per essere valido dovrà essere sottoposto agli iscritti e da loro approvato - fa il paio con quello sottoscritto sabato con i sindacati canadesi ed approvato dai lavoratori con l'87% dei consensi. In questo piano, gli operai hanno rinunciato ad una polizza sanitaria integrativa e ad altro benefit, equivalenti ad una riduzione di 16 dollari americani all'ora del costo del lavoro, cosa che dovrebbe garantire un risparmio superiore ai 200 milioni di dollari annui.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©