Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Il presidente di Exor ha parlato a tutto campo

Fiat, Elkann: "Futuro a Torino e Detroit ma voglio l’Asia"


Fiat, Elkann: 'Futuro a Torino e Detroit ma voglio l’Asia'
14/05/2011, 18:05

TORINO – Per Fiat non si tratta di scegliere se Torino o Detroit, ma di promuovere la propria presenza a livello globale e diventare più presenti anche in Asia. Lo ha sottolineato il presidente della casa torinese, John Elkann che all’Osservatorio Giovani Editori, ha discusso sui temi cardini che riguardano l’azienda di famiglia. La contemporanea presenza nei due paesi non sarà però “una a scapito dell’altra”. L’erede di casa Agnelli ha infatti spiegato che Torino rimarrà il fulcro del mercato europeo mentre Detroit di quello nord-americano. La grande scommessa o meglio il sogno rimane l’Asia, “dove oggi la nostra presenza non è soddisfacente”.
Quanto poi ad un possibile ingresso della coppia Exor-Murdoch nel circus della Formula uno: “Abbiamo manifestato l’interesse, come comunicato. Stiamo dialogando per vedere se si riesce a trovare una soluzione. Non c’è fretta, c’è tempo”.
In conclusione, una battuta con alcuni studenti che chiedono notizie sulla panchina di Del Neri, “perché non vi piace?”. Pungente anche il commento finale su Gigi Buffon: “È un anno e mezzo che non sta giocando”. Critiche velate, dunque, per l’allenatore e il difensore juventino, il cui futuro sembra essere davvero incerto.

Commenta Stampa
di Dario Palladino
Riproduzione riservata ©