Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Intanto si allontanano sia i giapponesi che i serbi

Fiat: Pomigliano di nuovo in cassa integrazione per 2 settimane


Fiat: Pomigliano di nuovo in cassa integrazione per 2 settimane
29/08/2012, 11:40

POMIGLIANO D'ARCO (NAPOLI) - I lavoratori della Fiat di Pomigliano d'Arco sono in cassa integrazione in questi giorni (lo saranno fino al 31), e hanno appena ricevuto la notizia che ci saranno altre due settimane di Cig: dal 24 al 28 settembre e dal primo al 5 ottobre. La società riferisce che la decisione è causata dal "persistente stato di crisi del mercato dell'auto in Italia e in Europa". 
Ma questa è una mezza verità. La realtà è che ormai la Fiat è allo sbando. Il lancio della nuova versione della Punto è stata spostata al 2015 e nel frattempo non è detto che vengano lanciati altri prodotti; mentre le altre case automobilistiche stanno sfornando molti modelli. La produzione in Serbia rischia di non partire, dato che il governo serbo ha fatto dietro front e non intende versare i 60 milioni per il capitale della fabbrica da cui dovrebbero uscire le 500L. E i giapponesi della Mazda, che hanno firmato un accordo con la Fiat per la produzione di una vettura in Asia, adesso sembra siano più scettici riguardo all'affitto di Pomigliano rispetto all'inizio. 
 E in tutto questo, quali sono le reazioni della Fiat e di Marchionne? La cassa integrazione, ciooè la richiesta di aiuto dello Stato. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©