Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Angeletti (Uil): "Sarà un incontro inutile"

Fiat, sindacati dalla Fornero

Stasera al ministero del Lavoro, ci sarà anche Passera

Fiat, sindacati dalla Fornero
25/09/2012, 11:38

ROMA - Si arricchisce di un'altra puntata l'interminabile vicenda Fiat. Il ministro del Lavoro Elsa Fornero incontrerà in sindacati stasera, all 19.30, per discutere con gli esponenti dei lavoratori sul futuro dell'azienda dopo le esternazioni dell'ad Marchionne (con annesse polemiche) e le incertezze sul piano industriale.  All'incontro ci sarà anche il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera. L'incontro arriva dopo quello di sabato tra governo e Lingotto a Palazzo Chigi, durante il quale Fiat ha detto di non voler lasciare l'Italia, ma di voler produrre auto da esportare. Ma il piano Fabbrica Italia resta archiviato, e la paura sale negli stabilimenti italiani. 
E in attesa del confronto, il segretario della Uil Luigi Angeletti mostra ben poco ottimismo. "L'incontro con la Fornero ci sarà, ma sarà un incontro inutile perché il governo non ci dirà nulla di più di quello che già sappiamo", ha detto il leader Uil. "Noi non chiederemo nulla al governo nulla perché l'esecutivo non può fare nulla, se non cose improponibili. Anzi, si potrà tramutare in una rappresentazione patetica. Il governo può fare solo qualcosa, come incentivare la ricerca o favorire le esportazioni, che riguardi tutta l'industria italiana, non qualcosa che riguardi solo la Fiat. Il fatto che la Fiat non abbandonerà l'Italia non è scelta politica, ma una scelta industriale".  "L'Europa infatti - riprende Angeletti -, malgrado la crisi, resta il principale mercato ricco del mondo. La Fiat non può fare a meno del mercato europeo. Noi non chiediamo al governo di fare miracoli, ma solo di ridurre le tasse sul lavoro. Si potrebbero trovare le risorse dal taglio dei costi della politica e dalla lotta all'evasione fiscale senza scompaginare i conti dello Stato".

Commenta Stampa
di GB Riproduzione riservata ©