Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Fiat-Marchionne spera in ripresa


Fiat-Marchionne spera in ripresa
11/06/2010, 20:06

L’incontro-consiglio per le relazioni Italia-Usa a Venezia è terminato con l’augurio di ripresa da parte di Sergio Marchionne. L'Ad di Fiat (FIA.MI) auspica alla ripresa delle trattative il raggiungimento di un accordo sullo stabilimento di Pomigliano.   Alla domanda se ci fossero novità sulle trattative attualmente sospese per motivi "tecnici", Marchionne ha risposto: "Aspettiamo che riprendano. Spero che ci si metta d'accordo: siamo preparati, il discorso è chiaro, siamo andati lì per chiudere stasera".
Intanto sembra che l'alleanza tra la Fiat e la Chrysler "si sta radicando" e genera liquidita', grazie anche alla ripresa delle vendite. Lo sostiene, in una email agli addetti della compagnia automobilistica Usa lo stesso Sergio Marchionne.
Chrysler e' uscita dalla bancarotta nel giugno 2009 e la Fiat e' il suo principale azionista con una partecipazione del 20%.
"Stiamo generando la liquidita' necessaria per rafforzare i nostri marchi e investire in nuovi prodotti" scrive Marchionne. "Le nostre vendite - aggiunge - stanno registrando un'impennata, con sostanziali incrementi annuali negli ultimi due mesi".
"C'e' ancora
- prosegue Marchionne -
una strada molto lunga davanti a noi nello sforzo di ricostruire il nostro business e per rispettare il nostro impegno di rimborsare i contribuenti americani e canadesi, che ci hanno concesso una seconda chance".

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©