Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Cambia lo strumento di controllo dell’Agenzia entrate

Fisco: lo Spesometro si rifà il "lifting"

Si abbassa la soglia di controllo a 3.600 euro

Fisco: lo Spesometro si rifà il 'lifting'
22/04/2014, 09:46

ROMA  -  Oggi debutta lo Spesometro, il rinnovato strumento con il quale il fisco dovrebbe attivare una efficace lotta all’evasione.  Scatta quindi l’obbligo per chi liquida l’iva con cadenza trimestrale di comunicare gli acquisti superiori a 3.600 euro fatti nell’anno precedente, mentre dal 30 aprile prossimo,  l’obbligo sarà esteso agli operatori finanziari attraverso i quali passano i pagamenti effettuati con carta di credito e bancomat. 

Lo Spesometro non è certamente uno strumento nuovo.  Ma la versione che debutta oggi è stata rinnovata con un accorgimento sostanziale. Nel 2010, infatti, prendeva in considerazione spese da 25 mila euro in su,   “taglia” ritenuta  troppo alta per stilare statistiche realistiche.

Oggi  quindi  la soglia  viene abbassata a 3.600 euro  con l’obiettivo di ottenere una fotografia dei contribuenti italiani più fedeli al reale. Attraverso il monitoraggio delle spese, quindi, il fisco italiano potrà comparare il tenore di vita dei contribuenti con quello che dichiarano per verificare che non  ci siano incongruenze.    

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©