Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Peggiorano le previsioni rispetto a gennaio

Fmi: in Italia Pil a crescita zero nel 2010


Fmi: in Italia Pil a crescita zero nel 2010
21/04/2010, 15:04

PARIGI - Non deve essere piaciuto al centro studi del Fondo Monetario Internazionale il mancato progresso economico di questi tre mesi in Italia, a giudicare dal netto peggioramento delle previsioni. Infatti, secondo il documento trimestrale, il pil italiano aumenterà dello 0,8% nel 2010 (a gennaio era l'1%) e dell'1,2% nel 2011 (a gennaio era l'1,3%). Invece in altri Paesi si stimano aumenti ben maggiori, per esempio per gli USA si stima un pil che aumenta del 3,1% nel 2010 e del 2,6% nel 2011. Meno bene in Europa, dove si stima un aumento medio dell'1% nel 2010 e dell'1,5% nel 2011. Qui peserà molto la situaizone economica della Grecia, gli attacchi della finanza speculativa contro l'euro, nonchè i problemi di bilancio che riguardano diversi Paesi europei.
Ma il problema più grosso rischia di essere la disoccupazione, che nel 2010 si dovrebbe assestare negli USA al 9,4% nel 2010 e all'8,3% nel 2011. Più alto invece quello nei Paesi dell'euro, dove la disoccupazione si assesterà al 10,5% sia nel 2010 che nel 2011. Anche in Italia dovrebbe essere stabile la disoccupazione, assestandosi all'8,7% nel 2010 e all'8,6% nel 2011. Tra gli altri Paesi europei, è previsto un buon miglioramento della Spagna - attualmente con una disoccupazione oltre il 20% - che nel 2010 scenderà al 19,4% e nel 2011 al 18,7%

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©