Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Il segretario del Tesoro Usa e il ministro tedesco a Sylt

Geithner e Schäuble fiduciosi sugli sforzi dell'Eurozona

Buon inizio di settimana per le Borse europee

Geithner e Schäuble fiduciosi sugli sforzi dell'Eurozona
30/07/2012, 18:40

SYLT (GERMANIA) - L'America giudica positivamente gli sforzi fatti dalla Spagna e dall'Italia per uscire dalla crisi. Il segretario del Tesoro Usa Tim Geithner parla di "sforzi considerevoli dei due paesi in materia di misure fiscali e strutturali di ampio respiro". Lo dice durante l'incontro con il ministro delle Finanze tedesco WolfgangSchäuble nell'isola di Sylt in Germania. Subito dopo l'incontro con il ministro tedesco, il segretario del Tesoro è partito per Francoforte per incontrare il presidente della Bce Mario Draghi. Il colloquio tra Schäuble e Geithner è servito ad ammorbidire la posizione tedesca, fino ad ora, rigida su un ulteriore intervento anti-spread della Bce. Nel comunicato congiunto successivo all'incontro nell'isola di Sylt si legge che Geithner e Schäuble "hanno espresso la loro fiducia per gli sforzi varati dagli stati membri per riformarsi e avanzare verso una maggiore integrazione". Poi hanno annunciato la loro intenzione di cooperare a stretto contatto per stabilizzare l'economia globale e hanno avanzato la necessità di "un coordinamento internazionale per la sostenibilità dei conti pubblici, la riduzione degli squilibri e il ripristino della crescita". Ciò evidenzia un maggiore interesse da parte di Washington, sempre più vigile sugli sviluppi della crisi in Europa. Il segretario del Tesoro Geithner è andato nell'isola di Sylt con l'obiettivo di convincere la Germania di passare all'azione mobilitando i fondi salva-Stati.
Dal canto suo il governo tedesco ha "piena fiducia nell'indipendenza d'azione della Banca centrale europea", come ha sottolineato il vice portavoce della cancelliera Angela Merkel, Georg Streiter. Dunque, alla Bce è riconosciuta l'autonomia di effettuare acquisti di bond dei Paesi in crisi. Queste sono le dichiarazioni riportate dall'agenzia Apa. Il ministero delle Finanze tedesco ha inoltre specificato che gli acquisti sul mercato secondario di titoli di Stato da parte della Bce "non sono inammissibili", secondo i trattati europei. Passo indietro rispetto a quanto ventilato dal ministro per gli Affari europei della Germania Joerg Uwe Hahn, che intendeva presentare un ricorso alla Corte di giustizia Ue per contrastare l'acquisto di titoli di Stato di Paesi dell'eurozona in difficoltà da parte della Bce. La tensione è rientrata, anche per merito dell'incontro tra Geithner e Schäuble.
Intanto le Borse europee hanno fatto registrare un rialzo in questo inizio di settimana. I mercati hanno accolto in maniera positiva i propositi espressi nei giorni scorsi dai capi di Stato a sostegno dell'eurozona. Piazza Affari ha raggiunto un aumento del 3%, poi si è assestata al +2%. Lo spread Btp-Bund invece è tornato a salire, arrivando a 466 punti base. I titoli di stato britannici sono aumentati dello 0,3%, quelli francesi dello 0,42% e quelli di Francoforte dello 0,60%.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©