Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Gianmarco Ottaviano all'incontro "Le parole chiave"


Gianmarco Ottaviano all'incontro 'Le parole chiave'
03/06/2011, 12:06

Libero scambio o protezionismo? Questo dubbio amletico è stato al centro dell'incontro “Le parole chiave” con Gianmarco Ottaviano, docente di Economia politica dell'Università Bocconi, nella Sala conferenze della facoltà di Economia di Trento. Difficile dare una risposta ad un tema controverso, affrontato già da Platone nel Libro II della "Repubblica", centinaia di anni fa, e da molti altri pensatori col passare dei secoli.
Quindi? Pur con tutti i suoi difetti, ad oggi il libero scambio è per molti la “migliore misura economica possibile”. I critici, però, sostengono che non sia applicabile nel mondo reale, poiché a volte possono essere indispensabili gli interventi dei governi per far fronte alle inefficienze del mercato. Ad esempio: tassare le importazioni potrebbe favorire l'economia di un Paese, ma allo stesso tempo generare una “guerra commerciale” a suon di dazi e vincoli al libero scambio che, di fatto, non produrrebbero benessere. In conclusione, ha sostenuto Ottaviano, la soluzione non possono essere dei vincoli al libero scambio, ma un coordinamento sulle politiche commerciali.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©