Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

GIAPPONE: PIL A -1,8% NEL 2008, -2% NEL 2009


GIAPPONE: PIL A -1,8% NEL 2008, -2% NEL 2009
22/01/2009, 08:01

Anche la Bank of Japan (la Banca Centrale giapponese) ha riveduto al ribasso le stime sulla crescita economica del Paese. Per il 2008 (in Giappone l'anno fiscale si chiude al marzo dell'anno successivo, quindi in questo caso al marzo 2009, ndr) si prevede che la contrazione sarà dell'1,8%, mentre per il 2009 (quindi entro marzo 2010, ndr) del 2%. La principale causa di questi dati sta nel blocco degli acquisti da parte della maggior parte dei Paesi occidentali, Stati Uniti in testa. E per un Paese esportatore come il Giappone, questo è un problema serio. Alla recessione si accompagnerà una deflazione, con prezzi che caleranno dell'1,1% nel 2008 e dello 0,4% nel 2009.

Ma il problema riguarda anche altri Paesi di quell'area. Per esempio in Corea del Sud, altro grande esportatore, il calo del PIL nell'ultimo trimestre del 2008 è stato del 3,4%, il più grande dalla crisi economica che colpì alla fine del '900 tutto l'Est Asia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©