Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Giappone: PIL in caduta libera


Giappone: PIL in caduta libera
16/02/2009, 08:02

Che l'economia del Giappone non stesse andando bene, si sapeva; per una industria come quella giapponese, in larga parte basata sull'export, la attuale crisi economica costituisce un serio problema, visto che in tutti i Paesi le economie stanno rallentando e tendono il più possibile all'autarchia. Ma i dati sono peggiori anche delle previsioni: nel trimestre tra ottobre e dicembre 2008, il PIL giapponese è calato del 3,3%, il secondo dato più alto della storia di queste rilevazioni. E il primo (-3,4%) fu nel 1974, quando lo shock petrolifero, conseguente alla guerra dello Yom Kippur tra Israele e i Paesi confinanti, provocò anche allora un fortissimo rallentamento del commercio estero. E questo dato ha fatto sì che il valore del PIL nell'anno solare 2008 (in Giappone l'anno fiscale comincia il primo aprile e finisce il 31 marzo dell'anno successivo, ndr) si concluda con un -0,7%, il primo segno negativo che si vede, per quanto riguarda la crescita del PIL annua, da 9 anni a questa parte.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©