Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Ecco le misure più significative

Governo: “manovra” bis, tagli e nuove tasse


Governo: “manovra” bis, tagli e nuove tasse
13/08/2011, 09:08

ROMA - Oltre ai tagli c’è anche qualche tassa nuova all’interno della manovra bis da 45,5 miliardi, varata ieri dal Governo, a distanza di pochi mesi dalla prima. Spunta anche una “Robin Hood Tax” per il settore dell'energia e si profila un rincaro delle sigarette. Ma vediamo nelle specifico le misure più significative del decreto:
-TFR: pagamento con due anni di ritardo dell'indennità di buonuscita dei lavoratori pubblici. Dovrebbe riguardare solo le uscite per anzianità e non quelle per vecchiaia.
-TREDICESIME: occorrerà verificare se la misura sarà confermata: i dipendenti delle amministrazioni pubbliche che non rispettano gli obiettivi di riduzione della spesa potrebbero perdere il pagamento della tredicesima mensilità.
-ROBIN HOOD TAX: sarà applicata per le società del settore energetico.
-PROVINCE: dovrebbero essere tagliate quelle sotto i 300.000 abitanti ma la norma sarà applicata solo dopo il censimento.
- COMUNI:  Sotto i mille abitanti saranno gestiti solo dal sindaco.
- POLTRONE: tra Regioni, Province e Comuni ne saranno tagliate 50.000.

 - VOLI IN ECONOMICA PER PARLAMENTARI: stop alla business class per parlamentari, amministratori pubblici, dipendenti dello Stato, componenti di enti ed organismi.
 - DELEGA ASSISTENZA-FISCO IN 2011: il risparmio sul 2012 sarà di 4 miliardi di euro
- TAGLI MINISTERI:  Vengono anticipati. Salvi: sanità, scuola, ricerca, cultura e 5 per mille.
 - FESTIVITA':  quelle laiche verranno accorpate alla domenica.
SIGARETTE: previsti interventi su giochi, accise e tabacchi.
 - RENDITE AL 20%: la misura vale circa 2 miliardi di euro. Esclusi i titoli di Stato che restano tassati al 12,5%.
 - SERVIZI PUBBLICI LOCALI: si punta alla liberalizzazione e verranno incentivate le privatizzazioni.
 - AUTONOMI:  la misura non è stata annunciata ma era contenuta in una bozza di testo in entrata al cdm e consisterebbe in un aumento della quota Irpef per gli autonomi, a partire dall'attuale 41% per i redditi oltre i 55.000 euro.
 - PENSIONI DONNE:  verrebbe anticipato dal 2020 al 2015 il progressivo innalzamento a 65 anni (entro il 2027) dell'età pensionabile delle donne nel settore privato.
 - SCONTRINI: tracciabilità di tutte le transazioni superiori ai 2.500 euro con comunicazione all'Agenzia delle entrate delle operazioni per le quali è prevista l'applicazione dell'Iva. E' inoltre previsto l'inasprimento delle sanzioni, fino alla sospensione dell'attività, per la mancata emissione di fatture o scontrini fiscali.
- CONTRIBUTO SOLIDARIETA': viene esteso ai dipendenti privati la misura già in vigore per i dipendenti pubblici e per i pensionati: prelievo del 5% della parte di reddito eccedente i 90.000 euro e del 10% della parte eccedente i 150.000. Per i parlamentari dovrebbe raddoppiare al 10 e 20%.
 - MINISTERI: previsto un taglio di 6 miliardi di euro nel 2012 e 2,5 nel 2013.
- ENTI LOCALI: verranno ridotti 6 miliardi di trasferimenti nel 2012 e 3,5 nel 2013. Per le regioni il peso della riduzione dei fondi è pari a 1 miliardo di euro.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©