Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

E' il quinto anno che il Paese è in recessione

Grecia: nel quarto trimestre 2011 il Pil al -7%


Grecia: nel quarto trimestre 2011 il Pil al -7%
14/02/2012, 15:02

ATENE (GRECIA) - La cura da cavallo che Fmi, Bce ed Ue stanno imponendo alla Grecia, ne sta stroncando l'economia, impedendole di rialzarsi da sola. Lo dimostrano i dati: nel quarto trimestre del 2011 il Pil è calato del 7% rispetto allo stesso periodo del 2010. Un calo che, unito a quello calcolato nei precedenti trimestri (-5% registrato nel terzo trimestre, il -7,3% nel secondo e il -8% nel primo trimestre) porterà il Pil a circa un -7% come dato complessivo del 2011 (per avere il dato esatto servono alcuni calcoli integrativi, per cui il dato può variare di alcuni decimali in più o in meno, ndr). si tratta del quinto anno in cui l'economia greca è in recessione, una dimostrazione di quanto detto in premessa.
E non è finita qui. Secondo gli accordi il governo Papademos deve ancora trovare 325 milioni lasciati in sospeso dall'ultima manovra, di 3,3 miliardi, approvata alcuni giorni fa. Anche se il portavoce del governo, Pantelis Kapsis, ha assicurato che queste somme verranno prese dalle disponibilità dei Ministeri, resta il problema generale. Ad una riduzione del Pil corrisponde un calo delle entrate fiscali; e il rischio, se l'economia greca continua a collassare così, è che a giugno venga imposta al Paese una nuova manovra finanziaria.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©