Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Approvate nuove misure economiche per 4,8 miliardi

Grecia: salari pubblici tagliati del 30%


Grecia: salari pubblici tagliati del 30%
03/03/2010, 12:03

ATENE - Il Governo Greco ha annunciato che verranno presi nuovi provvedimenti economici, per la riduzione del deficit, per 4,8 miliardi di euro. SI tratta di provvedimenti estremamente pesanti: in particolare verrà aumentata l'IVA del 2%, passando dal 19% al 21%; e soprattutto un taglio del 30% dei salari nel settore pubblico. Si tratta dell'ennesimo provvedimento economico preso dalla Grecia, su pressione dell'Unione Europea e della BCE, per ridurre il deficit. Infatti la Grecia è sottoposta da molte settimane ad attacchi finanziari, approfittando della sua condizione economica di particolare debolezza, in quanto è il secondo Paese, dietro l'Italia, come rapporto deficit/Pil (vicino al 100%), ma negli ultimi anni non ha mai adottato una seria politica di rigore fiscale come quella adottata in Italia alla fine degli anni '90. Ora da una parte i Paesi europei, in particolare Germania e Francia, sono restii a sborsare soldi per aiutare il Paese ellenico a tirarsi fuori dai guai; dall'altra si teme che consentire alla Grecia di abbandonare l'Euro possa portare ad una disgregazione dell'Europa monetaria, esattamente come nel 1992 l'abbandono dell'Italia del "serpente monetario" creò la premessa dell'abbandono di quel sistema di cambi

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©