Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Il viceministro assicura: non ci saranno grandi interventi

Grilli: no a nuove tasse e patrimoniale, presto nuovi tagli

In estate misure per sostenere imprese, anziani e disabili

Grilli: no a nuove tasse e patrimoniale, presto nuovi tagli
23/04/2012, 15:04

ROMA – Non ci saranno altri interventi di tipo fiscale, né si prevede la patrimoniale. E non ci sarà una manovra bis. Lo assicura il viceministro dell’Economia, Vittorio Grilli, durante l’audizione sul Def, nelle commissioni Bilancio di Camera e Senato.
Non ci saranno altri maxi-interventi perché non lo chiede l’Europa e neanche dal Fondo monetario internazionale, particolarmente severo nelle previsioni di crescita per il 2012 (-1,9%), “ci si chiede più di quanto fatto”. Sul fronte dei conti pubblici,  le ultime tre manovre hanno portato a una correzione di quasi 5 punti percentuali, spiega il viceministro: "Esattamente 4,9 punti'' (pari a circa 75 mld).

DISMISSIONI – Se non ci saranno nuove tasse, Grilli dice sì a dismissioni del patrimonio pubblico. Per ''accelerare'' il processo di aggiustamento dei conti pubblici, afferma, “possono servire le dismissioni e le valorizzazioni del patrimonio pubblico” e su questo capitolo aggiunge: “Stiamo lavorando e speriamo di portare presto risultati”.

TAGLI ALLA SPESA – Altra strategia sulla quale punterà ancora il governo saranno i tagli. Ma su questo il viceministro appare cauto, per ora: gli interventi di riduzione della spesa, attraverso la spending review, hanno bisogno di “analisi e condivisioni” che saranno commisurabili agli interventi di riduzione del fisco o per aiutare l'economia.
La spending review, sottolinea il viceministro rivolgendosi ai parlamentari, “richiede un'analisi e una condivisioni su quali aree si possono fare tagli importanti. La convergenza di consenso serve non tanto e non solo per decidere dove aiutare l’economia”. Prima bisogna infatti arrivare alla “condivisione su dove effettuare i risparmi di spesa pubblica”. Le due operazioni “devono essere commisurabili”, ribadisce Grilli.

INTERVENTI PER ANZIANI E DISABILI – Se da un lato parla di tagli, dall’altro Grilli propone misure a breve, in estate, a favore delle imprese, ma anche di anziani e disabili.

SPREAD - Sullo spread tra bund e btp, che oggi è tornato di nuovo sopra i 400 punti, Grilli assicura che le ragioni non riguardano l'Italia. “I mercati sono volatili - dice - ma non è perché non si fidano di noi”.
 

Commenta Stampa
di Gaia Bozza
Riproduzione riservata ©