Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Gruppo Sigma: il piano strategico


Gruppo Sigma: il piano strategico
02/07/2010, 13:07


BOLOGNA - Affrontare la crisi economica e la conseguente contrazione dei consumi non attuando strategie semplicemente “difensive”, bensì implementando azioni finalizzate da un lato a rendere la struttura del Gruppo ancora più efficiente, dall’altro ad agire sulle aree di business più importanti. Con questa filosofia, come sempre improntata al dinamismo e alla capacità di guardare avanti con ottimismo, Sigma ha varato lo scorso anno un piano triennale di ristrutturazione strategica, che sta già dando frutti tangibili. Il progetto si muove su tre linee-guida fondamentali: un forte accento sullo sviluppo del prodotto a marchio, una nuova organizzazione interna e un più diretto coinvolgimento dei soci nelle strategie commerciali della Centrale. Le private label rappresentano una leva di sviluppo ormai imprescindibile per il Gruppo, che oggi vanta un assortimento di oltre mille referenze, segmentato in modo da coprire tutte le fasce: dal primo prezzo, con la nuova linea “Risparmio (un centinaio di referenze che copriranno le principali categorie grocery) alla marca insegna ‘mainstream’ Sigma; dalle nuove linee “Equilibrio & Benessere” (40 referenze focalizzate principalmente sul food, con item ‘sugar free’ o ‘sugar less’ e benefit salutistici) e “Fresco su Misura” (con referenze altorontanti come il latte), alla linea top di gamma “Scelto”, che da sola rappresenta l’1,5% del fatturato e anche quest’anno si arricchirà di nuove referenze. A sottolineare l’importanza della marca privata, la Centrale Sigma ha recentemente varato una Business Unit dedicata, che tratta la private label in una logica di industry. L’approccio adesso è decisamente verticale: tutte le funzioni che costituiscono la BU – dallo sviluppo dei prodotti al controllo qualità, dal branding & packaging alla gestione dei listini e alla contrattualistica – sono focalizzate sulla gestione della marca commerciale. C’è di più: con l’obiettivo di rafforzare e rendere più operativi i rapporti con i soci, il retailer ha varato il Centro Servizio Soci: un team composto da tre funzionari, il cui compito è proprio quello di presidiare a 360 gradi, a tutti i livelli, i rapporti con i soci, interlocutori primi e fondamentali di Sigma. Il team, suddiviso per aree merceologiche, segue direttamente, tra l’altro, i contratti siglati a livello di Centrale Italiana: i soci possono quindi rivolgersi al Centro Servizi per tutto ciò che concerne listini, contrattualistica, fatturazione, ecc.
E va inquadrato nella strategia finalizzata a un più stretto rapporto tra Centrale e soci, anche la partecipazione alla contrattazione centrale, da parte di un team di direttori commerciali delle società aderenti al Sistema Sigma. La struttura affiancherà i category manager della Centrale nell’ambito delle trattative e avrà un ruolo attivo nell’identificazione delle opportune best practice in tema di fornitori. Infine, non va dimenticato che i soci hanno a disposizione il Borsino delle Opportunità: possono quindi trovare on line stock di prodotto offerti a prezzi molto interessanti, gestiti direttamente dalla Centrale: uno strumento “last minute” da utilizzare in chiave tattica per completare al meglio le offerte promozionali. “A partire dallo scorso anno – spiega Davide Cozzarolo, Direttore commerciale e marketing di Sigma – stiamo lavorando alacremente per ottimizzare e rendere sempre più efficace l’attività di Sigma e quindi innanzitutto dei nostri soci: gli strumenti che abbiamo messo a punto rappresentano una prima risposta operativa a una congiuntura che non ci può e non ci deve cogliere impreparati, ma semmai pronti a cogliere tutte le opportunità – vedi la marca privata – di business e di sviluppo”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©