Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Hai 5000 euro di debiti? Ti esproprio la casa


Hai 5000 euro di debiti? Ti esproprio la casa
03/02/2009, 16:02

Alle volte certe norme sfuggono, per quelle che sono le enbormi conseguenze che provocano. E così l'allarme arriva dopo che sono state approvate. Questa volta ad accrogersene è stato il CODACONS che ha denunciato il fatto che uno dei codicilli del decreto anticrisi abbassa da 8000 a 5000 euro il limite al di sopra del quale il fisco italiano può espropriare la casa di proprietà, in caso di mancato pagamento dei debiti, senza neanche procedere all'iscrizione di ipoteca. Il che, con il problema delle cartelle pazze che ogni tanto esplode, è un problema non da poco. Cioè ad un cittadino può arrivare una cartella pazza da 6000 euro e per questo viene buttato fuori da casa sua, anche se dovesse valere 300 o 400 mila euro.
Il che può facilmente incentivare, da parte delle società che si occupano della riscossione locale, l'invio di cartelle pazze, visto che avranno un'arma di ricatto enorme, per costringere l'individuo a pagare immediatamente. Poi, dopo 10 anni, se il malcapitato riuscirà a vincere le cause civili, magari pagando ben più di 10 mila euro all'avvocato, avrà indietro i suoi soldi più gli interessi legali, che sono una miseria. E anche questo è un regalo che fa il governo Berlusconi e il suo Ministro delle Finanze Giulio Tremonti, che stanno svuotando vieppiù le tasche degli italiani.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©