Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

I produttori americani tradiscono i veri motivi dei dazi

I dazi americani e la lotta sul "Parmesan" made in Usa


Il 'parmesan' statunitense
Il "parmesan" statunitense
07/10/2019, 10:01

WASHINGTON (USA) - E così si scopre il vero motivo dei dazi Usa per la parte italiana. Non c'entra niente il WTO o l'Airbus, è un attacco mirato ai nostri prodotti. E lo spiega la National milk producers federation (l'associazione statunitense dei produttori di latte e formaggi) in una nota in cui appoggia l'operato di Trump e aggiunge che gli europei usano pratiche scorrette per difendere i loro prodotti, tra cui l'abuso delle indicazioni geografiche tipiche. Insomma, il problema è che gli americani non possono vendere in Italia e in Europa i loro "Parmesan", "Asiago", "Gorgonzola", "Mozzarella" che nulla hanno a che vedere con i nostri formaggi. Ma l'assonanza può facilmente ingannare i consumatori. Negli Usa è normale questo inganno, sui prodotti europei. E' per questo che in Europa è stato disposto un regolamento che vieta di usare nomi di prodotti che abbiano un nome simile o uguale a quello dei prodotti italiani. 

Ed è proprio questo lucchetto che l'associazione dei produttori di latte e formaggi statunitense vuol far saltare con i dazi. In modo da poter vendere i loro prodotti a bassissima qualità al posto di quelli italiani. Non ci sono riusciti col Ttip (fu uno dei primi punti ad essere bocciati dalla commissione Ue) e ora ci provano con i dazi

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©