Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

I problemi del Porto di Napoli si risolvono con l'impegno di tutti : Imprese, Sindacati ed Istituzioni


I problemi del Porto di Napoli si risolvono con l'impegno di tutti : Imprese, Sindacati ed Istituzioni
10/10/2009, 12:10

 

I PROBLEMI DEL PORTO DI NAPOLI SI RISOLVONO CON L'IMPEGNO DI TUTTI:

SINDACATI, IMPRESE ED ISTITUZIONI.


 


 

di Danilo Palma


 


 

Quali sono i problemi che il Porto di Napoli deve affrontare?


 

I problemi che il Porto di Napoli deve affrontare sono, a mio parere, diversi e complessi e possono essere risolti con l'impegno di tutti : Sindacati, Imprese ed Istituzioni.

-Abbiamo spazi che sono molti stretti per cui sorge la necessità di averne altri per poter “lavorare” in maniera agevole.

-I fondali sono molti bassi e, se vogliamo essere concorrenziali, occorre risolvere rapidamente questo problema rendendo i “fondali” adeguati alle necessità reali e concrete.


 

Le imprese risentono della crisi e devono affrontare problemi?

-La crisi sta” mordendo”profondamente anche il nostro settore ed infatti nel 2009 il fatturato di ogni azienda sarà pari al 50% di quello dell'anno prima.

Purtroppo le Imprese oltre a fare i conti con la crisi internazionale devono affrontare alcuni problemi urgenti:

-Un mercato che è diventato “Globale”;

-Il fatto che gli armatori possono fare la revisione delle navi ogni cinque anni e non ogni quattro anni come era previsto qualche tempo fa;

-Le Imprese devono far fronte ad una concorrenza agguerrita che si è sviluppata sui mercati a tutti livelli: Nazionali e soprattutto Internazionali.

Il Governo sta facendo ogni sforzo per aiutare: Mezzogiorno, Imprese e lavoratori?

-E' necessario che il Governo dia maggior credito alla piccola e media impresa che rappresenta il 95% dell'apparato industriale del Mezzogiorno e del Paese;

-Il credito, a mio parere, per evitare abusi e clientelismo, è necessario che sia dato solo alle aziende “Sane” del Mezzogiorno;

-L'altro problema che le Imprese nel Mezzogiorno hanno è quello relativo all'alto” Costo della Manod'opera”. Questo è il più grave problema con cui le imprese meridionali sono costrette a fare i conti ogni giorno; va risolto non introducendo “gabbie salariali” anacronistiche . Introdurre le “Gabbie Salariali” significa portare 30 anni indietro il Paese. Nò io penso che questi problemi vanno risolti con “Sgravi Fiscali” dei Salari e degli Stipendi per aumentare le somme disponibili per i lavoratori e rimettere in moto, in un periodo di crisi, l'Economia del Paese.

Cosa pensa di fare per dare un contributo per risolvere questi gravi problemi del Porto di Napoli e dell'Economia?

Io mi batto da sempre per un “Tavolo Istituzionale”come stiamo già facendo per affrontare le gravi questioni sche sono venuto enucleando. Un tavolo Istituzionale a livello Nazionale e, chiediamo anche l'attivazione di un Tavolo regionale. Entrambi devono lavorare in “sinergia”

Le imprese del Porto di Napoli si sono attrezzate e cioè : Noi abbiamo costituito un Consorzio di Imprese che rappresenta il 4/5 delle Imprese esistenti nel Porto ed ha un'occupazione di 1.500/1.600 lavoratori. E' questo un notevole passo in avanti che le Imprese del Porto di Napoli offrono per affrontare in meglio i “gravi problemi del Porto di Napoli”


 


 


 

CHI E' BIAGIO COZZOLINO-MANAGER DELLA NAVAL SERVICE S.r.L.


 

BIAGIO COZZOLINO ha iniziato la sua attività nel settore delle riparazioni navali e delle costruzioni di barche e rimorchiatori nel 1959 in qualità di Apprendista

Successivamente è stato Operaio

Poi Capo-Operaio

Ed infine Imprenditore-Manager

Ed ha avuto notevoli incarichi, per diversi anni ,nella Confindustria Napoletana

Dirige un'azienda molto valida sul piano internanzionale e prende lavori e lo distrubuisce alle altre imprese del Porto di Napoli.

Il Sig. Cozzolino è stato fautore della costituzione del Consorzio di Bacino del Porto di Napoli che comprende circa 27 imprese il 4/5 delle imprese .Le 27 Imprese del Consorzio mettono insieme circa 1.500-1.600 lavoratori.E' una bella iniziativa che merita, a nostro parere, l'impegno delle Istituzioni e dei Sindacati.


 


 

Commenta Stampa
di Raffaele Pirozzi
Riproduzione riservata ©