Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Prestigiacomo: Abbiamo i fondi per realizzare i programmi

Il Cdm da il via libera alla legge di Stabilità

Gelmini: 400 i milioni per le Università

Il Cdm da il via libera alla legge di Stabilità
14/10/2011, 19:10

Le fonti governative hanno comunicato il via libera, dato dal Consiglio dei ministri alla legge di Stabilità. I primi procedimenti sarebbero quelli riferiti ai carabinieri e polizia e si tratta di tagli del valore di 60 milioni di euro tra il 2012 e il 2013. Secondo quanto appreso dal documento nessuna sarà la decurtazione per il ministro dei beni culturali. LA legge di stabilità non ha pertanto previsto tagli per le spese del funzionamento dei beni culturali.
Ancora tagli invece se ci spostiamo nell’abito dei ticket in dotazione dei lavoratori. Secondo il documento la norma che prevede il ticket solo per i giorni in cui si lavora almeno 8 ore potrebbe interessare buona parte di coloro che lavorano 36 ore a settimana (7 ore e 12 minuti al giorno) per un massimo di 22 buoni persi. Una procedura che porterà ad una perdita di 154 euro in meno al mese.
Per università e scuole sono invece stati previsti nuovi fondi. Quattrocento i milioni che verranno destinati all’Università di cui 300 per il fondo di funzionamento(FfoO9 e 100 per gli interventi di sviluppo del sistema, ed ancora 20 milioni per gli atenei non statali e 150 milioni per le borse di studio per gli studenti universitari. A riferirlo è stata Mariastella Gelmini, il ministro dell’istruzione.
Secondo il documento dei 1,6 miliardi di euro ricavati dall’asta delle frequenze 800 milioni andranno al fondo di ammortamento per i titoli di Stato mentre gli altri 800 saranno distribuiti su circa un ventina di voci compresa tra queste anche la Difesa. Numerosi gli interventi in programma come quelli per l'ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma ,la campagna per le 'Strade sicure' e ancora per detassazione salari di produttività, 5 per mille, autotrasporto e festa del 4 novembre. Per finire incluse tra le priorità le Scuole e università non statali, fondo università statali e fondo occupazione.
Nel corso dell’esame della legge di Stabilità, il Consiglio dei ministri ha integrato le risorse del ministro dell’Ambiente per un totale di 300 milioni immediatamente spendibili a cui poi andranno aggiunti altri 500(fas) per il dissesto idrogeologico. Tra questi 150 sono stati ricavati dai fondi della banda larga e l’altra metà dalla quota nazionale dei Fondi di servizio.
Al fine del via libera , il ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo ha comunicato “Abbiamo recuperato i fondi necessari per attuare, seppure nelle difficoltà attuali, le nostre politiche ambientali. Aver ottenuto 300 milioni, immediatamente spendibili ci consentirà di realizzare gli interventi programmati. Per il dissesto idrogeologico, i fondi Fas assicurano la continuità degli interventi programmati, fondamentali per mettere in sicurezza le aree considerate più a rischio del nostro territorio".





Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©