Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

La precisazione che arriva da Viminale

Il Cie di Lampedusa non verrà smantellato ma migliorato


Il Cie di Lampedusa non verrà smantellato ma migliorato
05/05/2009, 18:05

Il centro di identificazione e di espulsione di Lampedusa non sarà eliminato, ma sono in corso lavori di ristrutturazione per renderlo più accogliente. Secondo il Viminale, “continuano ad essere diffuse notizie inesatte e prive di fondamento”.

Il Dipartimento libertà civili e immigrazione del ministero dell’Interno ha fatto sapere che “il Centro è funzionante già dal 21 gennaio scorso nelle strutture in muratura preesistenti e realizzate nei primi anni 70 nell'ex base Loran. Non vi è in atto alcuna demolizione, bensì la rimozione di parti di strutture temporanee leggere che erano in corso di installazione per consentire una migliore qualità di accoglienza degli ospiti”.

Nessuna decisione è quindi arrivata dalla Conferenza di Servizi in corso a Palermo, sottolinea il Viminale, “in quanto non ha per adesso espresso alcun parere ed è stata aggiornata a data da destinarsi. Diversamente il Ministero dell'Interno nella propria autonomia ha ritenuto, per il momento, di rendere più costruttivo il confronto in atto per un progetto complessivo che si propone il disinquinamento e la valorizzazione ambientale in un'area transitata dal Demanio Militare nella disponibilità in uso del Dipartimento Libertà Civili e Immigrazione”. Inoltre, “è stato depositato già da settimane presso il Comune di Lampedusa uno studio dell'Ispra del ministero dell'Ambiente che è finalizzato alla corretta realizzazione e gestione compatibile con la zona a protezione speciale di tutto il sedime. Prosegue, pertanto, la normale attività nei Centri di identificazione ed espulsione e di accoglienza e soccorso di Lampedusa”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©