Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

IL FISCO USA ALL'ATTACCO DEGLI EVASORI FISCALI


IL FISCO USA ALL'ATTACCO DEGLI EVASORI FISCALI
02/07/2008, 09:07

Mentre in Italia l'evasione fiscale è lo sport nazionale dei ricchi, grazie anche a chi li incentiva, come l'attuale governo, negli USA le cose vanno diversamente. L'Internal Revenue Service (abbreviato nella sigla I.RE.S., cioè l'equivalente della nostra Agenzia delle Entrate) è riuscito ad ottenere da un giudice federale di Miami che l'UBS, una delle più grosse banche svizzere, riveli i nomi dei facoltosi americani che hanno conti nascosti presso di loro. Lo scopo, chiaramente, è quello di evitare i trasferimenti di soldi in paradisi fiscali (è facile immaginare che, se la sentenza divenisse esecutiva, in un battibaleno verrebbe estesa a tutte le altre banche esistenti negli USA), ma l'UBS oppone resistenza, in quanto vorrebbe poter mantenere il proprio diritto alla riservatezza e al segreto. A questo punto la banca potrebbe proporre appello per cercare di annullare la sentenza, ma ancora non si sa per certo quale linea preferirebbe adottare.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©