Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

E' il secondo Paese, dopo gli Stati Uniti, a farlo

Il Giappone azzera i tassi di interesse


Il Giappone azzera i tassi di interesse
05/10/2010, 10:10

TOKYO (GIAPPONE) - Decisione a sorpresa della Bank of Japan: i tassi di interesse vengono praticamente azzerati. Non che prima fossero alti (è da un anno che sono allo 0,1%), ma adesso sono stati portati, tecnicamente parlando, ad una forchetta che va dallo 0 allo 0,1%. Inoltre è stato creato un fondo di 420 miliardi di dollari a garanzia degli acquisti di titoli di Stato. La scelta è stata fatta per cercare di frenare il continuo apprezzamento dello yuan cinese e contemporaneamente cercare di rilanciare l'economia nipponica, ormai immobile da tempo. Infatti la Boj, nel presentare questa misura, ha anche garantito che il tasso di sconto non verrà toccato fino a quando non ci saranno prospettive migliori, sia per l'economia che per le dinamiche dei prezzi, che stanno calando, a causa della scarsissima capacità di acquisto del giapponese medio e della paura di un crash economico nell'imminente futuro.
Niente del genere in Europa, dove Jean Claude Trichet non intende abbassare i tassi oltre il livello attuale dell'1%, perchè secondo lui il pericolo maggiore, nonostante la crisi, resta l'inflazione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©