Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Il Movimento Unitario Giornalisti incontra Giannola -video


.

Il Movimento Unitario Giornalisti incontra Giannola -video
16/11/2013, 13:43

"Dal 2009 il Mezzogiorno sta subendo una distruzione della sua base economica che non ha precedenti. Cinque anni di progressivo impoverimento che hanno fatto perdere al territorio 12 punti di percentuale del PIL. Si tratta di un'emergenza che noi dello SVIMEZ abbiamo messo in evidenza"

Con queste parole il Prof. Adriano Giannola ha aperto il dibattito sul tema "Il riscatto di Napoli e della Campania, la rinascita del Mezzogiorno", tenutosi oggi pomeriggio presso la "Scuola della Pace".

L'incontro, promosso da Azione Meridionale unitamente al Movimento Unitario Giornalisti Campania, Associazione studi e ricerche economiche Kompetere e MODAVI Federazione Provinciale di Napoli ONLUS, è stato moderato dal Presidente del MODAVI Napoli, Alessandro Sansoni e presieduto da Mimmo Falco, Presidente di Azione Meridionale e dall'Assessore al Lavoro della Provincia di Napoli, Marilù Galdieri.

"Su 600mila posti di lavoro persi in tutta Italia - prosegue il Presidente dello SVIMEZ -  il 60% sono del Mezzogiorno, numeri che danno un'idea dello stato di emergenza in cui viviamo. La cosa più drammatica di questa situazione è che da 5 anni gli investimenti netti dell'industria sono negativi, ciò vuol dire che stiamo assistentendo ad uno smantellamento della capacità produttiva. La Campania, che rappresenta il cuore produttivo del Mezzogiorno, oggi è la regione con il più basso reddito procapite".

" Una conseguenza di cui non ci rendiamo conto - spiega l'economista - è che da 10 anni abbiamo dato il via ad una ripresa della migrazione che supera le 500mila unità. La maggiorparte di questi individui sono laureati, una forza lavoro qualificata e quindi risorse importanti che vanno perse. La proiezione di ciò sul lungo termne si traduce in circa 4 milioni di persone che abbandoneranno il Sud nei prossimi 30 anni, svuotando le città":

"Il governo non si è accorto di tutto ciò - ha concluso Giannola - è giunto il momento di lanciare un allarme forte per imporre un cambio di rotta. Vanno rovesciate le priorità della nostra classe dirigente, bisogna partire dalla rigenerazione dei grandi centri urbani"

I dibattiti, iniziati ad ottobre con l’Onorevole Antonio Bassolino, proseguiranno fino al mese di giugno e vedranno la partecipazione di autorevoli esponenti del mondo della politica, dell'economia, dell'informazione e della cultura.

In un momento particolare per la Nazione, riveste grande importanza l'iniziativa promossa da Azione Meridionale e dai movimenti per cercare di indicare strade e soluzioni ai problemi che attanagliano la città, la Regione Campania e l'intero Mezzogiorno.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©