Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Aumentano i margini dei petrolieri, superiori alla media

Il petrolio scende, ma la benzina in Italia sale ancora: 1,914 euro


Il petrolio scende, ma la benzina in Italia sale ancora: 1,914 euro
23/04/2012, 12:04

ROMA - Resta alto il prezzo della benzina in Italia: secondo il sito Staffettaenergia, la Shell questa mattina ha il record, con un prezzo consigliato di 1,914 euro al litro. E questo nonostante il prezzo del petrolio sia in calo., secondo le quotazioni internazionali di venerdì scorso. Cala lievemente il diesel, che si ferma - come prezzo consigliato - ad un massimo di 1,788 euro al litro.
In effetti le compagnie petrolifere stanno preferendo aumentare i propri margini di guadagno: attualmente sono 3 centesimi di euro al litro superiori alla media degli ultimi 3 anni. E si tratta di un valore che già di per sè è più alto di quello che si riscontra negli altri Paesi europei.
Naturalmente il dato è il prezzo consigliato. Quello reale è decisamente più alto, con punte intorno ai 2 euro al litro. Resta molto basso il livello del prezzo nei distributori no-logo: 1,79 euro al litro per la benzina, 1,65 euro al litro per il diesel. Insomma, fare rifornimenti permette ormai di risparmiare anche 15 centesimi al litro.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©