Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Imprese innovative in Campania: nasce Chismatech, materiale composito che rende piu’ flessibili le strutture di trasporto


Imprese innovative in Campania: nasce Chismatech, materiale composito che rende piu’ flessibili le strutture di trasporto
26/02/2009, 11:02

Si chiama “Chismatech” ed è un nuovo materiale composito realizzato “a nido d’ape” con tecnologia a basso costo. A idearlo è stato un team di giovani ricercatori catanesi vincitori della seconda edizione di Polymerchallenge, iniziativa promossa da Imast, il Distretto Tecnologico operante in Campania sull’ingegneria dei materiali polimerici e compositi. Ai giovani catanesi è andato il premio di trecentomila euro messo in palio. Polymerchallenge è infatti una “Business Plan Competition” con cui Imast incentiva la nascita, in Campania, di una impresa che sviluppi, industrializzi e commercializzi un prodotto innovativo. Chismatech, oltre a possedere proprietà meccaniche particolarmente elevate, ha la cosiddetta memoria di forma, che permette alle strutture realizzate con questo materiale di restringersi, se compresse, e allungarsi, se soggette a trazione, per ritornare alla geometria iniziale quando si esaurisce la sollecitazione. Il processo di fabbricazione consente inoltre di realizzare componenti con superfici curve anche di notevoli dimensioni. Il materiale è particolarmente interessante per il settore nautico e, più in generale, per tutti i settori dei trasporti.
I giovani ricercatori catanesi sono stati premiati, in occasione di una manifestazione presso l’Unione Industriali di Napoli. Si sono imposti nell’ambito di una serie di team selezionati per Polymerchallenge da eminenti scienziati italiani, poi assistiti dalla società di consulenza Price Waterhouse Coopers per la preparazione di business plan. A decretare il vincitore è stata una commissione di investitori internazionali.
Al convegno, coordinato dal Presidente di Imast, Domenico Martorana, sono intervenuti il Direttore Generale di Imast, Evelina Milella, l’Amministratore Delegato di Veneto Nanotech, Nicola Trevisan, il Vice Presidente alla Ricerca e Innovazione dell’Unione Industriali, Nevio Di Giusto, gli Assessori alle Attività Produttive e alla Ricerca e Università della Regione Campania, Andrea Cozzolino e Nicola Mazzocca.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©