Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Fino al 243% rispetto alla vecchia Ici

Imu, cresce il carico fiscale per immobili d’impresa

Il record lo detiene la città di Milano

Imu, cresce il carico fiscale per immobili d’impresa
08/06/2012, 10:06

ROMA – Non sono finiti i tempi duri per l’impresa. Con il passaggio dalla vecchia Ici all’Imu, cresce il carico fiscale per gli immobili d’impresa.
A detenere il record come città è Milano: nel capoluogo lombardo l'imposta municipale aumenta del 243% per negozi e uffici, e fino al 154% per capannoni e centri commerciali. A seguire la cittadina del Nord Italia ci sono, poi, Cagliari e Torino. Queste ultime, tra l’altro, fanno i conti anche con l’aumento rispetto alla tassa sulle abitazioni principali. Ma a parte regioni simbolo, in cui la freccia è verso l’alto, il fenomeno è generale.
E’ il “Il Sole 24 ore”, che spiega il motivo di aumenti così netti. Pare che , crescite così nette siano dovute alla normativa nazionale che, con i nuovi moltiplicatori, da applicare alla rendita catastale, gonfia del 20% la base imponibile di centri commerciali e capannoni, del 60% quella degli uffici e del 62% quella dei negozi. Dunque non dipende dalla strategia dei singoli comuni, che applicano l'aliquota massima del 10,6 per mille.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©