Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Record per quella giovanile, la più alta dal 2004.

In Italia disoccupazione stabile, ma l'occupazione è in calo


In Italia disoccupazione stabile, ma l'occupazione è in calo
02/07/2010, 11:07

ROMA - Resta stabile l'occupazione, secondo i dati provvisori dell'Istat: a maggio, per il terzo mese di seguito, rimaniano all'8,7% degli occupati. Anche se c'è stato un aumento della disoccupazione dello 0,2% rispetto al mese precedente e dell'1,1% rispetto a maggio 2009. Ma quello che preoccupa è l'indice di occupazione: il 56,9%, un dato che è diminuito rispetto ad aprile 2010 dello 0,1% e dello 0,9% rispetto a maggio 2009. Spieghiamo questa differenza: l'indice di disoccupazione è calcolato prendendo il numero di coloro che cercano lavoro e dividendolo per il numero di coloro che lavorano; invece l'indice di occupazione è il numero di coloro che lavorano rispetto al totale dei cittadini italiani. Per fare un paragone, in Spagna l'indice di occupazione è solo ad 1-2 punti di distanza da noi. La differenza la fa il numero degli inattivi, cioè di coloro che non lavorano e non cercano un lavoro: a maggio 2010 è aumentato dello 0,4% rispetto ad aprile 2010, e dello 0,9% rispetto a maggio 2009. In totale gli inattivi sono il 37,7% della popolazione, una delle percentuali più alte d'Europa.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©