Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

INFLAZIONE: +18% PER LA PASTA


INFLAZIONE: +18% PER LA PASTA
14/05/2008, 17:05

Inflazione stabile ad aprile. Secondo l'Istat, infatti, i prezzi al consumo hanno registrato un aumento del 0,2% rispetto al mese di marzo e un incremento del 3,3% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Cresce ancora, però, il peso dei prodotti alimentari sul costo della vita: è da segnalare un ulteriore acceleramento della crescita tendenziale dei prezzi di pane e cereali, passati dal +10,1% di  marzo al +10,6% di aprile. Su base congiunturale, l'aumento è stato dello 0,6%.

In particolare, il prezzo del pane è aumentato dello 0,3% rispetto a marzo e del 13% rispetto ad aprile 2007 mentre quello della pasta è salito dell'1,9% rispetto a marzo e del 18% rispetto ad aprile 2007.

Cresce anche il prezzo del gruppo di prodotti 'latte, formaggi e uova', continua ancora l'analisi dell'Istat, con una crescita congiunturale dello 0,5% e tendenziale del +8,3% (dal +8%). In particolare l'incremento tendenziale del prezzo del latte passa a +10,9% dal +10,6% di marzo. Anche per la frutta, continua l'Istat, si osserva un'accelerazione della crescita tendenziale dei prezzi (da +5,7% a +6,3%).

Per gli ortaggi si registra una decelerazione della crescita (+3,3% da +4,2%), così come la carne (da +3,9% a +3,7%), con un ulteriore calo del pollame (-0,3%) che determina un rallentamento del tasso tendenziale di crescita (ora +5,4%) "Gran parte dei restanti componenti del capitolo alimentare - aggiunge l'Istat - registrano tulteriori aumenti congiunturali".

Il Codacons fa subito i conti e prevede che a fine anno, il rincaro del costo della vita si tradurrà in una stangata da 1.300 euro a famiglia. Mentre la Coldiretti denuncia un calo dei consumi a tavola con riduzioni record per il pane (-5,5%), la pasta (-2,5%) e in generale un contenimento delle quantità di prodotti alimentari acquistate dalle famiglie, che fanno
segnare un calo del 0,4%.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©