Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

"Insorgenza Civile" chiede al Movimento Cinque Stelle di sostenere il referendum "fuori dall'Euro"

Colucci: Italiani sceglierebbero di ritornare alla Lira

'Insorgenza Civile' chiede al Movimento Cinque Stelle di sostenere il referendum 'fuori dall'Euro'
09/10/2013, 15:02

BAIANO - "Fuori dall'Euro: dramma o opportunità per il Sud?". A questo interrogativo cercheranno di rispondere un pater - di primo piano - di esponenti della politica irpina e nazionale, durante lo spazio dedicato al dibattito della "Festa dei prodotti tipici del Sud", in programma sabato 12 ottobre (ore 19) in Piazza Napolitano a Baiano, in provincia di Avellino. Ad aprire il dibattito sarà il primo cittadino di Sirignano, Raffaele Colucci, attivista del movimento politico "Insorgenza Civile". Seguiranno gli interventi dell'ex assessore alla Cultura della Città di Avellino, Gennaro Romei, del Presidente del Comitato "le due Sicilie", Fiore Marro, dell'Economista, Fedele Valentino, dell'ex Capogruppo dell'Udeur a Palazzo Madama, Tommaso Barbato, e del membro del Movimento 5 Stelle della Commissione parlamentare del Senato Finanze e Tesoro, Bartolomeo Pepe. Il confronto sarà moderato dal giornalista del quotidiano online "Bassa Irpinia", Felice Siniscalchi.
«La diversità di opinione dei relatori che prenderanno parte al confronto sarà utile per sviluppare una riflessione compiuta sulle difficoltà e le opportunità offerte dalla moneta unica in uso nei 17 paesi dei 28 dell'Unione Europea». E' quanto afferma il sindaco di Sirignano, Raffaele Colucci, che aggiunge: «Gli italiani coltivano un sentimento di euroscetticismo perchè in questi anni i prezzi dei beni al consumo sono raddoppiati, e in certi casi addirittura triplicati, in quanto il cambio dalla Lira non è stato adeguatamente monitorato dalle autorità competenti». Secondo l'esponente di "Insorgenza Civile" «se fosse indetto un referendum sulla permanenza o meno della nazione all'interno della moneta unica i cittadini italiani sceglierebbero di ritornare alla vecchia Lira». La fascia tricolore della comunità irpina annuncia, inoltre, che si farà promotore attraverso il movimento di "Insorgenza Civile" di «approntare un quesito referendario e procedere alla raccolta delle firme per portare l'Italia fuori dall'Euro, per restituire sovranità e potere d'acquisto alle famiglie del nostro Paese». In conclusione, Colucci lancia il guanto della sfida: «Chiederemo al Movimento Cinque Stelle di passare dalle parole ai fatti aiutandoci a raccogliere le firme necessarie per presentare il referendum contro l'Euro».

Durante le tre giornate di "Festa dei prodotti tipici del Sud", dal 12 al 14 ottobre a Baiano, il Movimento di "Insorgenza Civile" sarà presente con un informa point per ascoltare e discutere le problematiche territoriali. Sarà possibile, inoltre, iscriversi e diventare attivisti del Movimento di "Insorgenza Civile". Le nuove adesioni saranno raccolte dal referente del Movimento di "Insorgenza Civile" per il Mandamento Baianese e Monteforte Irpino, Raffaele Colizzi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©