Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Intervista al Presidente della Lega delle Cooperative Campane.


Intervista al Presidente della Lega delle Cooperative Campane.
21/07/2009, 07:07

 

WANDA SPOTO -E' LA PRIMA DONNA -MANAGER CHE DIRIGE UNA GRANDE STRUTTURA DELLA LEGA DELLE COOPERATIVE :LA CAMPANIA.


 

di Raffaele Pirozzi


 

Wanda Spoto, laureata in Filosofia ed abilitata in Scienze umane, è figlia del responsabile regionale dell'ANPI; da tempo è senza tessera e questo, a mio parere, rappresenta una forza e non, come si vuol far credere, una debolezza.

Wanda Spoto dirige una grande organizzazione, formata da cooperative regionali, che è presente ed attiva in diversi settori produttivi quali Agricoltura, Abitazione, Pesca, Produzione e Lavoro Servizi e Mutuo Soccorso; inoltre dirige un Consorzio Fidi.

La responsabile della Lega delle Cooperative ha buoni e proficui rapporti sia con le Organizzazioni Sindacali della Campania che quelle a livello Nazionale.

Durante la nostra “chiacchierata” ci dice che “ Le cooperative” per essere tali devono essere capaci di lavorare insieme ; è dunque indispensabile attuare un confronto politico- economico “in itinere” necessario ed indispensabile per far andare avanti nel migliore dei modi bene la cooperazione stessa.

E' proprio questa la un metodologia che la “Presidente” regionale ha adottato nel suo gravoso lavoro che porta avanti già da diversi anni.

La Presidente va giustamente fiera di un lavoro che in Campania, dopo la Sicilia, la Calabria e la Puglia, sta dando notevoli frutti quali: la Costituzione dell'Agenzia “Libera Terra” con sede a Bologna, che ha compito non di assistenza bensì di consulenza, fare studi di fattibilità, condurre studi aziendali nonché tutoraggio. Noi apprezziamo molto questo impegno al pari di quello gravoso della direzione della “Lega”.

Questo è il modo migliore per avere al fianco della “Lega” migliaia e migliaia di giovani, donne e uomini che nel Mezzogiorno e, non solo, conducono una battaglia contro “la malavita organizzata”.

Si deve all'impegno dell'Agenzia di Terra Libera se sono state recuperati terreni e beni confiscati ai mafiosi e camorristi messi poi a produzione con un notevole contributo all'occupazione.

Insomma la “Presidente” è dalla parte dei cittadini onesti e dalla parte giusta della società; l'impegno sta a dimostrare che c'è un'Italia che non si arrende, che lotta per affermare i principi di libertà e di dignità per tutti i cittadini; come afferma la presidente” E' necessario l'impegno di tutti per scrivere una nuova pagina di Storia in queste regioni martoriate del Sud; l'Agenzia può rappresentare tutto questo”.

Un'ultima domanda”La cooperazione” risente della Crisi?

“Le cooperative, come tutti, risentono della crisi, ma le cooperative riescono a resistere di più nel tempo perché hanno maggiori capacità di resistenza. Siccome io prevedo -ci dice Wanda-che la II metà del 2009 sarà più difficile della prima parte è necessario ammodernare ed innovare le produzioni onde essere pronti per l'inizio del 2010 quando vi sarà la fase di rilancio.

Infine, aggiunge la Presidente, le cooperative non avendo l'urgenza di distribuire gli utili reggono meglio l'impatto della crisi.

Gli utili vengono reinvestiti ed i soci rinunciano agli stessi; in tale modo si può patrimonializzare di più l'impresa cooperativa; questo è determinante in una situazione difficile come quella che stiamo attraversando”.

A conclusione, di una lunga “chiacchierata” con la “Presidente” della Lega regionale delle Cooperative della Campania abbiamo tratto la certezza che siamo di fronte ad un “quadro” di alto livello capace di essere all'altezza delle sfide di fronte alle quali ci ha portato la difficile situazione economica-sociale e politica della Campania e del Mezzogiorno, come il rapporto” Svimez”ha dimostrato; tutti devono affrontare e pone traguardi ambiziosi ad una grande forza “autonoma, pluralista ed imprenditoriale. Il fatto di essere “donna” accesce l' “autorità” perché significa che, con difficoltà, le donne, seppure con notevoli sacrifici sanno conquistare e mantenere posizioni di “prestigio” facendo al meglio il lavoro loro assegnato e portano quel “pizzico” di “sensibilità” in più che non guasta mai .


 

Commenta Stampa
di Raffaele Pirozzi
Riproduzione riservata ©