Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Intesa tra Agenzia Entrate ed Equitalia Polis


Intesa tra Agenzia Entrate ed Equitalia Polis
03/08/2010, 16:08

Siglato a Napoli il protocollo di intesa tra la Direzione Regionale delle Entrate, guidata da Enrico Sangermano, ed Equitalia Polis S.p.A., rappresentata dall’Amministratore Delegato Benedetto Mineo.

L’accordo, che concretizza le disposizioni in materia di potenziamento della riscossione, introdotte di recente dal decreto legge del 31 maggio 2010 n. 78, prevede una collaborazione più strutturata tra Entrate ed Equitalia, tesa a garantire lo svolgimento di tutte le attività necessarie a tutelare adeguatamente la pretesa erariale.

L’utilizzo integrato degli strumenti - sia di tipo cautelare che esecutivo – consente di rendere più efficace la riscossione dei tributi, assicurando al contempo al cittadino un servizio nel rispetto delle prerogative di legge vigenti.

L’attività di riscossione coattiva, incidendo direttamente e positivamente sulla più vasta azione di prevenzione e contrasto all’evasione fiscale, può nel tempo perseguire un indiscutibile principio di equità ed è su questo terreno che la Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate della Campania ed Equitalia Polis S.p.A. intendono muoversi congiuntamente, attraverso un proficuo scambio di dati e informazioni, nonché attraverso incontri periodici tra gli addetti ai lavori delle rispettive strutture.

“Si tratta di un accordo che traduce in fatti concreti la particolare attenzione posta dal legislatore alla fase della riscossione - dichiara il direttore regionale delle Entrate, Enrico Sangermano. L’azione sinergica di Entrate ed Equitalia sul territorio, infatti, faciliterà la fase della riscossione coattiva dei tributi, assicurando in tal modo allo Stato le risorse necessarie al suo funzionamento”.



“La continua sinergia fra Equitalia Polis e l’Agenzia delle Entrate, confermata anche dall’accordo siglato – ha aggiunto l’Amministratore Delegato Benedetto Mineo - rappresenta una collaborazione fra Enti capace di raggiungere punte di eccellenza con qualità dei controlli e scambio di informazioni, che concorrono a garantire ai livelli di governo, i flussi finanziari necessari per lo sviluppo e l’erogazione dei servizi pubblici”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©