Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

IRAP E IRPEF, AGENZIA DELLE ENTRATE E REGIONE CAMPANIA RINNOVANO ACCORDO


IRAP E IRPEF, AGENZIA DELLE ENTRATE E REGIONE CAMPANIA RINNOVANO ACCORDO
27/01/2009, 13:01

E’ stata rinnovata oggi, 27 gennaio 2009, la convenzione per la gestione dell'Irap (imposta regionale sulle attività produttive) e dell'addizionale regionale Irpef (imposta sul reddito delle persone fisiche) fra la Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate e la Regione Campania.

L’intesa è stata sottoscritta dal direttore regionale delle Entrate, Enrico Sangermano, e dal Coordinatore dell’Area Generale di Coordinamento Bilancio, ragioneria e tributi della Giunta, Fernando De Angelis, alla presenza dell’Assessore al bilancio Mariano D’Antonio.
Soddisfazione è stata espressa per la collaborazione e il dialogo tra le Amministrazioni, punto di partenza per l’attivazione di una proficua sinergia tra le istituzioni, nell’ottica del miglioramento dei servizi diretti ai cittadini campani.

Sulla base dell’accordo, che ha validità annuale, gli uffici dell’Agenzia presenti sul territorio regionale si impegnano a garantire ai contribuenti l’assistenza necessaria per la corretta applicazione delle imposte e per gli adempimenti connessi.
La Direzione Regionale dell’Agenzia provvede, inoltre, alla liquidazione delle imposte sulla base delle dichiarazioni presentate, all’accertamento dell’imponibile non dichiarato e delle relative somme dovute, alla riscossione e ai rimborsi, curando il contenzioso per eventuali controversie che dovessero insorgere con i contribuenti.

L’accordo prevede la partecipazione di funzionari della Regione a corsi di formazione sulla materia fiscale organizzati dall’Agenzia delle Entrate.

Per il coordinamento delle attività definite in convenzione, è istituita una Commissione paritetica, formata da tre rappresentanti della Regione e da tre rappresentanti dell’Agenzia. In particolare, la Commissione opera per individuare le categorie economiche di significativo interesse, coordinare la programmazione delle attività di controllo, contenzioso e  riscossione, monitorare l’autotutela e le attività di consulenza giuridica e interpello.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©