Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Crisi, Fmi pronto ad intervenire

Irlanda, i Paesi europei insistono perchè accetti aiuti


Irlanda, i Paesi europei insistono perchè accetti aiuti
15/11/2010, 11:11

A causa della crisi economica che coinvolge l'Irlanda, le pressioni dei Paesi europei affinchè Dublino accetti un piano di aiuti di emergenza si fanno sempre più insistenti.
Anche il Fondo monetario internazionale sostiene la proposta, considerata "senza senso" dal ministro delle Finanze irlandese Brian Lenihan. Tuttavia Dominique Strauss - Kahn, direttore generale dell'FMI afferma: " Tutti sanno che la situazione dell'Irlanda è difficile. Il suo problema è legato a quello di una "grande banca" e non alle difficoltà della Grecia. Finora non ho ricevuto alcun tipo di richiesta e penso che possano gestire bene la situazione. Ma se gli irlandesi fra due mesi o due anni chiedessero il sostegno dell'Fmi , saremo pronti ad aiutarli".
E' soprattutto la Germania di Angela Merkel a fare pressioni per evitare un intervento tardivo e affinchè l'Irlanda, per il suo debito cresciuto del 32% del Pil in un anno, accetti un' ipotesi di aiuti.
A Bruxelles il dossier è aperto e già è in progetto un piano che prevede un sostegno tra i 45 e i 90 miliardi di euro, anche se ufficialmente alla Commissione europea non è stata ricevuta alcuna richiesta di aiuti.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©