Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Ma il recupero sarà lento, aggiunge

Isae: conti pubblici in miglioramento nel 2010


Isae: conti pubblici in miglioramento nel 2010
18/02/2010, 11:02

ROMA - L'Isae (Istituto di studi e analisi economiche) vede rosa per il futuro. Nel suo rapporto, infatti parla di una riduzione del rapporto deficit pubblico/Pil per l'Italia, nei prossimi anni, dal 5,3%, atteso per il 2009, al 5,1% nel 2010, al 4,6% nel 2011. Il dato si basa sullo sviluppo delle dinamiche attuali; ma poichè il governo italiano si è impegnato ad una manovra, a fine 2010, di aggiustamento pari allo 0,4% del Pil (cioè un aumento di tasse o una riduzione di servizi pubblici per un controvalore di circa 6 miliardi di euro, ndr), si può prevere un rapporto deficit/pil nel 2011 pari al 4,2%.
In questo periodo, però, il Pil farà fatica a crescere. Infatti nel 2009 si prevede una crescita in linea con le attese del governo, pari all'1,1%; mentre per il 2010 si rimarrà fermi all'1%; lo stesso è previsto nel 2011.
Certo, con una prcedura di infrazione per deficit eccessivo in corso, andare a dire all'Europa che nel 2011 dovremo ancora tagliare 20 miliardi di euro all'anno per rimetterci in carreggiata con i parametri di Maastricht, non so se verrà accolta bene a Bruxelles.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©