Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Nei primi 8 mesi dell'anno sono cresciute più dell'inflazion

Istat: anche ad agosto retribuzioni stabili


Istat: anche ad agosto retribuzioni stabili
23/09/2013, 10:41

ROMA - Brutte notizie per i lavoratori italiani: ad agosto le retribuzioni non sono cresciute. Il dato comunque riguarda solo i lavoratori soggetti ai Contratti collettivi nazionali, cioè meno del 50% del monte salari complessivo. 
Più incoraggiante il dato annuale, che vede un aumento nei primi 8 mesi dell'anno dei salari dell'1,5%, cpntro l'1,2% dell'inflazione. Un dato che è molto diseguale per settore, dato che l'aumento nel settore pubblico è pari a zero, come previsto dalle finanziarie di Tremonti, fino al 2014. Nel settore privato, gli aumenti maggiori sono nel settore alimentari, agricoltura e alberghi. 
Ma resta il problema dei lavoratori con i contratti scaduti e non rinnovati, pari al 52,4% dei lavoratori totali, mentre nel privato ci si ferma al 38%. Ci vogliono oltre 2 anni per il rinnovo dei contratti in media, una durata che si dimezza nel settore privato. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©