Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Ci aspetta 2014 ancora difficile

Istat: “Ancora crisi, aumenterà la disoccupazione”

Dati più negativi dall’Ue

Istat: “Ancora crisi, aumenterà la disoccupazione”
06/05/2013, 10:49

 

MILANO – Salirà al 12,3% la disoccupazione fino al 2014. Questi sono i dati che pubblica ufficialmente l’Istat annunciando che, secondo le analisi, la recessione andrà verso la fine nel 2013, ma le conseguenze dell’attuale crisi saranno evidenti anche nel prossimo futuro.  Gli esperti comunicano che l'economia tornerà a crescere del+0,7%, pur tuttavia la disoccupazione non terminerà. Per il 2013 il Pil calerà dell'1,4%, ma ci sarà una crescita pari allo 0,7%. Ancora preoccupazione per il mercato del lavoro, come precedentemente evidenziato. Non sono concordi i dati analizzati dall’Istat e quelli dell’Ue per quanto riguarda l’occupazione, per l’Istat il tasso dovrebbe muoversi dall'11,6% di quest'anno all'11,8% del prossimo 2014, per l’Ue salirà dall'11,8% al 12,2%.  Per il valore del Pil a determinare la diminuzione sarà il calo della spesa delle famiglie per l’inflessione dei redditi disponibili che per il 2013 subirà un ulteriore indebolimento del'1,6% . Secondo l’Istat, il pagamento dei debiti delle amministrazioni pubbliche verso i creditori privati può avere moderati effetti espansivi nel 2014, specificando che: “L'immissione di liquidità nel sistema economico, potrebbe sostenere consumi e investimenti privati, contribuendo a migliorare le aspettative di famiglie e imprese sulle loro condizioni economiche”.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©