Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

I profitti delle aziende restano al 40%

Istat: calano i risparmi delle famiglia, mai così giù dal 1995


Istat: calano i risparmi delle famiglia, mai così giù dal 1995
05/04/2012, 10:04

ROMA - Pessimi dati arrivano dall'Istat per quanto riguarda i risparmi delle famiglie. Secondo l'istituto di statistica, la propensione al risparmio degli italiani è sceso al 12%, con un calo dello 0,7% rispetto all'anno scorso. Si tratta del dato più basso mai registrato dal 1995. E, dato che anche le spese per i consumi sono in continuo calo, non è cambiato l'atteggiamento degli italiani, che da formiche sono diventate cicale. Semplicemente non ci sono soldi, con tutte le tasse che sono state riversate sui ceti medio-bassi negli ultimi anni e con gli stipendi che diminuiscono.
Infatti, il reddito delle famiglie è aumentato del 2,1% nel 2011 rispetto all'anno precedente. Ma se consideriamo che l'inflazione è aumentata nel corso dell'anno in maniera ben maggiore, l'Istat sottolinea come il potere di acquisto sia stato ridotto dello 0,5%, nel corso dell'anno.
Resta alto il livello dei profitti delle società non finanziarie, al 40,5%; tuttavia è anche questo un dato in diminuzione, rispetto all'anno scorso.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©