Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Si tratta dei peggiori dati mai rilevati

Istat: disoccupazione al 10,8%, i giovani al 35,8%


Istat: disoccupazione al 10,8%, i giovani al 35,8%
31/10/2012, 11:12

ROMA - Continua a peggiorare la disoccupazione in Italia, secondo i dati Istat. A settembre il tasso di disoccupazione ha toccato il 10,8%, il dato più grande dal 2004 ad oggi, cioè da quando si iniziò la registrazione di questi dati. Significa che ci sono 2,8 milioni di persone in Italia che cercano lavoro senza riuscire a trovarlo. L'aumento della disoccupazione, rispetto ad agosto, è dello 0,2%, mentre è del 2% rispetto a settembre 2011.
Va peggio per i giovani, compresi tra i 15 e i 24 anni: per loro la disoccupazione vola al 35,1%, con un aumento rispetto ad agosto dell1,3% e rispetto a settembre 2011 del 4,7%. 
Negli ultimi mesi, si è avuto un dato in controtendenza: non sono più le donne ad essere licenziate, ma per lo più gli uomini: su 62 mila disoccupati in più, rispetto ad agosto, ben 57 mila sono appunto maschi. Segno evidente che ormai si stanno eliminando gli elementi meno "fedeli" all'azienda e quelli meno produttivi, indipendentemente dal loro sesso. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©