Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Sale al 35,7% la disoccupazione giovanile

Istat: disoccupazione stabile all'11%, ma meno posti fissi


Istat: disoccupazione stabile all'11%, ma meno posti fissi
31/10/2017, 11:03

ROMA - L'Istat certifica che a settembre la disoccupazione resta stabile, all'11%, con un aumento di 2000 unità rispetto ai dati di agosto. Ma è un dato illusorio. Infatti, aumentano i lavoratori autonomi (+19 mila) mentre diminuiscono i lavoratori dipendenti (-17 mila). Inoltre diminuiscono i lavoratori a tempo indeterminato (-17 mila) a vantaggio di quelli a tempo determinato o con contratti precari (+17 mila). Una ovvia conseguenza del Jobs Act: se la legge aiuta gli imprenditori ad avere lavoratori precari, ovviamente gli imprenditori stessi se ne approfittano. Un lavoratore precario ha meno possibilità di reagire di fronte alle imposizioni del datore di lavoro, anche se dovesse essere qualcosa di llegale (come accettare di fare straordinario non pagato oppure accettare un taglio rispetto allo stipendio segnato in busta paga). 

Tra i dati che contano, sale la disoccupazione giovanile, al 35,7%, con un aumento dello 0,6% rispetto ad agosto. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©