Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

ISTAT: il rapporto deficit/PIL al 9,3%


ISTAT: il rapporto deficit/PIL al 9,3%
02/07/2009, 12:07

Pochi giorni fa il Ministro delle Finanze Giulio Tremonti ostentava sicurezza, davanti ai dati che mostravano le entrate fiscali in calo. Ma il dato di oggi è molto peggiore di qualunque previsione: il rapporto deficit/PIL nel primo trimestre del 2009 è al 9,3%, quasi il doppio dell'anno scorso quando - sotto la tanto vituperata guida del Governo Prodi - si era fermata al 5,7%. Nell'ultimo trimestre del 2008, invece - grazie ad una serie di misure di blocchi delle spese, adottato dal governo - il rapposto si era fermato al 2,6%. In valore assoluto il deficit è stato pari a 34 miliardi di euro, contro i 22 del primo trimestre dell'anno scorso.
Questo aumento è dovuto sia al forte calo delle entrate fiscali (in parte la crisi, in parte il forte aumento di evasione fiscale) sia ad un aumento delle spese, collegato anche al rinnovo di alcuni contratti, come quello per l'università. Il saldo primario (cioè l'indebitamento senza gli interessi) è arrivato a 17 miliardi di euro, contro i 14 dell'anno scorso. L'unico dato positivo è un certo risparmio ottenuto dal fatto che a fine 2008 la crisi ha ridotto enormemente i tassi di interesse sui titoli di Stato, che sono ai minimi storici.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©